Il manifesto di Agrinfanzia

Agrinfanzia è una cooperativa sociale che nasce da una idea e sviluppa l’idea stessa. È un modo di pensare l’educazione, l’approccio alla vita quotidiana, le bambine e i bambini, la famiglia, i genitori, il padre e la madre, le persone, ognuno nel proprio contesto, nell’attualità e nella quotidianità.

Il nome Agrinfanzia nasce dalla fusione di due termini in un neologismo che ha radici nella parola agricoltura e nella parola infanzia, due mondi che si intersecano e che coinvolgono tutti i contesti prima citati.

Agri come agricolo, come naturale, come rispetto della natura, come valorizzazione delle cose semplici e concrete. Non un nostalgico ritorno al rurale ma la valorizzazione della storia contadina che può influenzare ogni pista educativa, formativa, sociale. E lo può fare attraverso l’outdoor education intesa come concetto di sviluppo legato alla educazione del rischio, allo sperimentare, allo stare fuori, nei luoghi che possono esserci fuori dalla porta di casa.

Si tratta di un modo di concepire il contesto come adeguato all’individuo, non limitante, che porta lo “stare all’aria aperta” in ogni luogo, anche in città, anche nei luoghi metropolitani dove si può inserire la natura, le piante, l’orto, gli animali.

Infanzia come termine da cui poter partire per comprendere un ecosistema che coinvolge tutto il contesto. Si parte dall’infanzia per toccare il tema delle famiglie, dei genitori, della figura paterna e materna, dei nonni, ma anche le strutture educative e la scuola, gli impegni scolastici, lo sport, il tempo libero.

Agrinfanzia è quindi un atteggiamento culturale che ha precisi riferimenti e che resta sempre aperto agli sviluppi, alle sane contaminazioni.

Agrinfanzia è un pensiero dal quale partire per poter agire piste possibili nell’ambito delle innumerevoli possibilità che l’educazione, l’istruzione, il sostegno alle famiglie, la rete sociale quotidiana hanno o possono avere.

È una solida base da cui si parte per agire con sicurezza professionale, certi del riferimento teorico e della qualità umana, oltre che professionale.

In questa ottica si parte dalla relazione con la natura (agri) con le cose semplici, senza staccarsi dal contesto quotidiano nel quale siamo tutti inseriti; si parte da questa base per poter agire nel rispetto di elementi pensati: il bambino, i genitori, la famiglia, i nonni, il contesto e la quotidianità.

Tutti questi elementi sono attivi e competenti, possono quindi fare esperienze per cambiare, per crescere, per evolversi. Nel rispetto di questi concetti Agrinfanzia ha il compito di fornire situazioni e esperienze che stimolino e provochino crescita e cambiamento.

Agrinfanzia non insegna nulla a nessuno, stimola gli apprendimenti, provoca i cambiamenti, sprona la riflessione degli attori coinvolti, incita alla partecipazione attiva e consapevole.